Le mille e una matita

Articolo di approfondimento sui materiali

Prima Parte

‘Le tipologie e come difendere il portafoglio da un cattivo acquisto’

Salve a tutti e bentornati sul mio blog, oggi è tempo di dare il via ad una rubrica che tenevo in fresco per tempi maturi, una serie di articoli di approfondimento sui materiali che usiamo o con cui semplici appassionati o futuri artisti potrebbero venire a contatto.

Ho scelto di partire dal medium più famoso poichè tutti nella vita le abbiamo conosciute e amate soprattutto da bambini, spesso considerate poco adatte ad opere d’arte pregiate, le matite sono l’oggetto in reltà più desiderato da artisti di tutto il mondo, ma cominciamo dal principio.

Le matite sono un medium antico, giunte sino a noi con la mina avvolta in pregiati legni provenienti da foreste ecosostenibili, a seconda dei livelli a cui sono destinate e grazie alla loro versatilità nell’era moderna sono usate e conosciute in tutto il mondo, l’enorme gamma cromatica messa a disposizione, fanno si che anche numerosi professionisti nel mondo del design e della moda le abbiano scelte per i propri lavori ricordate il fu Karl Lagerfeld? Ebbene la sua collaborazione con la casa produttrice Faber Castell diede vita ad una delle Limited Edition più belle di sempre.

http://colours-in-black.com/#en

Infatti non è un segreto che egli amasse tantissimo le matite e spesso veniva immortalato durante le sue sessioni di lavoro proprio mentre abbozzata i suoi abiti con le matite colorate dell’omonima casa tedesca.

http://colours-in-black.com/#en

Un’edizione a dir poco lussuosa, divenuta sogno proibito di molti come anche un prezioso tesoro da conservare, per poter dire di avere anche noi un pezzetto di Karl.

Tornando a noi possiamo dire che grazie alla straordinaria versatilità delle matite colorate non esiste essere umano che non ne abbia fatto uso, questo è anche uno dei motivi perchè in molti sono a considerarle poco adatte per vere e proprie opere d’arte rispetto ad altri medium come l’acrilico, l’acquerello o il più nobile olio, ebbene mai affermazione fu più sbagliata. Poichè sempre di più sono coloro che lo scelgono come medium per le prorprie opere d’arte preferendole alle altre tecniche sopracitate.

Se volete vedere alcune opere realizzate con questa tecnica oltre a visitare i miei social, vi consiglio di andare su YouTube e di visionare i canali di artisti professionisti che lavorano proprio con le matite colorate, constaterete da soli che non hanno nulla da invidiare alle opere realizzate con altre tecniche pittoriche, in caso vogliate farlo al termine dell’articolo vi lascerò alcuni indirizzi dove potrete andare a curiosare.

Ora veniamo alla parte interessante, come già detto il fatto che le matite siano molto versatili ha permesso ad un settore già florido di prosperare sempre di più, proponendo una vasta gamma di prodotti volti a soddisfare le richieste sia di professionisti che di studenti o semplici appassionati, alimentando anche una certa confusione tra la clientela che spesso si trova di fronte a non sapere cosa esattamente stia acquistando, perciò in questo articolo procederò con elencare le varie tipologie di matite colorate esistenti sul mercato, in modo tale da potervi guidare per mano così come farei in un enorme negozio di belle arti, farò una breve descrizione di ognuna di loro, mentre nei prossimi post ci soffermeremo sulle caratteristiche di ognuna di esse, insegnandovi anche a riconoscere una buona matita, tutti i parametri che comportano la realizzazione di questi bastoncini colorati che le hanno rese apprezzati da grandi e piccini, anche per difendere il vostro portafogli da acquisti sconsiderati, conosceremo i vari brand e scoprirete insieme a me un mondo fuori dal comune, adesso cominciamo.

Le Matite Colorate Quante Tipologie Esistono ?

Ho specificato matite colorate poichè esistono anche altre tipologie di medium in formato matita che tratteremo a parte e mi riferisco alle sanguigne, a quelle in grafite e ai carboncini.

In realtà le tipologie sono tre matite colorate, matite acquerellabili e matite pastello siete confusi ? Niente panico non siete soli, infatti molte persone quando leggono matite colorate non vanno oltre nella descrizione del prodotto, per poi ritrovarsi con un acquisto totalmente sbagliato per il tipo di attività che si vuole svolgere. La differenza sta nel legante e ovviamente nel tipo di materiale che si intende usare e per quale tecnica.

Matite Colorate

Le matite colorate sono realizzate in resistenti fusti di legno pregiato, con all’interno una mina di pigmenti tenuti insieme da una miscela di olii, resine o di entrambi, questo a seconda dell’azienda produttrice, per gran parte dei brand è considerata la vendita della matita colorata singola, questa è una comodità non da poco per coloro che si avvicinano a questo mondo e che non sanno se vorranno diventare dei professionisti o rimanere semplici appassionati.

Faber Castell Polychromos

Ne esistono davvero di tipologie diverse e come per tutte le tecniche abbiamo la versione per le scuole più economiche e quella per i professionisti, vendute sia in matite singole, che in comodi set più o meno grandi, il legante può essere composto solo da resine, olio o cera, questa miscela fa si che la mina scorra agevole sulle superfici, per creare diversi tipi di sfumature, ottendendo così una colorazione omogenea e armoniosa, la colorazione dovrà avvenire dal chiaro verso le zone scure, inoltre bisognerà preservare le zone bianche del foglio fin dall’inizio, la mina a seconda del legante risulterà più o meno cremosa ma da qui in avanti sarà il vostro gusto a dover scegliere, la carta di cui avrete bisogno è senza dubbio liscia, ma anche qui la scelta è soggettiva.

Matite Acquerellabili

Derwent Watercolour Pencils

La fama delle matite acquerellabili è cosa piuttosto recente, la loro particolarità sta nel fatto di essere create con pregiati fusti di legno, aventi una mina solubile in acqua, questo è un metodo molto più semplice e anche economico per fare la conoscenza dell’acquerello, senza dover stare ad acquistare tavolozze e tubetti per chi desidera divertirsi senza impegno, ma anche in questo caso ci troviamo, di fronte ad un prodotto che è stato creato sia per le scuole che per un uso più professionale, grazie al fatto di poter essere combinate con altre tecniche, le ha rese molto appetibili per chi opera nel settore anche ad alti livelli, sempre di più sono gli artisti che le scelgono per dare un tocco in più alle loro opere. Come nel caso delle matite colorate presentano una mina dura solubile in acqua, possono essere usate da sole o in combinazione con altre tecniche e vengono vendute singole, o in comodi set già pronti.

Matite Pastello

https://www.mondo-artista.it/faber-castell-pitt-matite-pastello.html

Parlandovi di queste particolari matite non posso fare a meno di citare un aneddoto divertente che si è consumato qualche giorno fa, mentre stavo parlando con una mia amica illustratrice anche lei, di alcuni pastelli che avevo appena acquistato, molto spontaneamente ha chiesto di che matite si trattava, quando le ho detto che non erano matite ma pastelli, ha iniziato ad essere leggermente confusa, quando poi ho aggiunto che esistono anche le matite pastello e che non sono come le normali matite colorate, sembrava che d’un tratto stessi parlando un’altra lingua, le dissi di non preoccuparsi di questo perchè come ho spiegato all’inizio dell’articolo è un errore piuttosto comune, è così che dopotutto ci hanno insegnato a chiamare le matite, ed era un errore che facevo anche io finchè non mi sono imbattuta in una tecnica ben precisa e assai più antica, non accade molto spesso però qualcuno di voi sarà senz’altro entrato in contatto con i pastelli aventi questo formato.

https://www.mondo-artista.it/sennelier-pastelli-a-l-ecu-in-cassetta-di-legno.html

No non sono pastelli a cera ma bastoncini di puro pigmento tenuti insieme da un legante naturale, sono molto antichi e risalgono addirittura ai tempi di Leonardo Da Vinci, si dividono in pastelli duri e morbidi e sono disponibili in comodi set, oppure vengono venduti da soli, nel corso del tempo sempre più artisti ne sono venuti a contatto, popolando il mondo di splendide opere d’arte, ritenuta una delle tecniche più difficili, nell’era moderna si è voluto dare agli artisti una freccia in più nel loro arco realizzando per loro le famigerate matite pastello.

La differenza sostanziale è sempre nei materiali usati per la loro costruzione, a differenza delle normali matite colorate qui abbiamo poca presenza del legante ed è sempre di provenienza naturale, la mina risulta friabile e sfumabile a mezzo di sfumini di carta, le nostre dita o strumenti fatti apposta per i normali pastelli, sono più polverose delle normali matite colorate e possono anche sovrapporsi colori chiari a colori scuri, una caratteristica tipica della tecnica a pastello, ma di questo ne parleremo in un articolo dedicato appositamente alle matite pastello e alla particolare tecnica per le quali vengono usate.

Ora un po’ di considerazioni prima della parte finale, questo mondo colorato è pieno di centinaia di migliaia di prodotti, nel corso della mia attività di illustratrice ho avuto sia esperienze piacevoli che non, soprattutto dovuto al fatto che tanto tempo fa non essendoci tutta la tecnologia che c’è oggi, le informazioni facilmente reperibili erano davvero poche, quindi si faceva più o meno come nei tempi antichi si testava il prodotto e per poter dire se è buono o meno ne passava di tempo, oggi invece disponiamo di una vasta gamma sia di prodotti che di informazioni, ma queste non sono sempre reperibili, soprattutto se ci troviamo di fronte a un prodotto dalla dubbia provenienza, questo per dire che c’è tanta qualità in giro, che possiamo acquistare ad un ottimo rapporto qualità prezzo, che bisogna prestare attenzione, se in giro ci sono matite il cui costo non arriva nemmeno alla soglia dei 0.50 centesimi un paio di domande fatevele, i prodotti che vengono usati per fini artistici inoltre sono testati per poterne garantire la sicurezza, per la salute di chi li usa, se mancano le certificazioni necessarie evitate di buttare i vostri soldi per un prodotto potenzialmente dannoso artisti e genitori siete avvisati.

Questo per dire che da me non troverete mai recensioni su prodotti scarsi, anche le matite possono essere economiche e per i portafogli di tutti ma bisogna fare buon uso del proprio denaro affidatevi in caso abbiate bisogno a chi ne sa più di voi, di sicuro un buon consiglio da parte di un esperto vi eviterà un acquisto sbagliato.

Detto questo vi do appuntamento al prossimo articolo in cui conosceremo meglio le matite colorate intanto vi lascio qualche link da visitare in caso siate curiosi.

https://youtu.be/TjHwkiwT1tA

https://youtu.be/wRdrQpwV2mc

https://youtu.be/J7ODzbMYfLs

https://www.facebook.com/K.Poe.Mg/?modal=admin_todo_tour

https://www.mondo-artista.it/

Spero di aver fatto cosa gradita noi ci vediamo al prossimo post.

Katrin

52 pensieri riguardo “Le mille e una matita

  1. i tuoi articoli sono sempre molto dettagliati e informativi, mi piace leggerli per imparare cose nuove. In effetti questo settore si è andato sempre più ingrandendo in questi anni, non c’è essere umano che non utilizzi le matite colorate, anche se per scopi diversi

    Piace a 1 persona

  2. Da bambina, lo ricordo bene, ogni occasione era buona per acquistare dei nuovi pastelli. Ora che ho un paio di decadi in più, lo confesso, quando vedo le penne colorate da calligrafia un po’ mi batte ancora il cuore… peccato che io non sappia disegnare nemmeno un cerchio..

    "Mi piace"

    1. Sono strumenti efficaci per poter esprimere arte ad ogni livello, mi fa piacere che l’articolo sia piaciuto ma ricordiamo di chiamare le cose con il proprio nome lei non aveva delle matite pastello ma matite colorate, l’articolo l’ho scritto per poter far capire la differenza, visto che il mercato fa già confusione di suo 😁😊grazie per essere passata

      "Mi piace"

  3. un articolo davvero ben scritto, per me che non coloro le matite possono sembrare tutte uguali, per chi invece li usa come strumento lavorativo guarda alla qualita’ del prodotto e al materiale.

    Piace a 1 persona

  4. Grazie a questo articolo ho capito che ho sempre chiamato in maniera errata i pastelli e i pastelli a cera. Mi hai aperto un mondo! Mi hai fatto imparare cose che non sapevo.
    Mi ha sempre appassionata il mondo dell’arte, so anche disegnare abbastanza bene, anche se non lo faccio spesso. Colorare, invece, non è mai piaciuto. Infatti, solitamente faccio disegni in bianco e nero oppure soltanto con qualche dettaglio colorato. Non coloro mai un disegno intero perchè mi viene un senso di ansia, non ho idea del motivo.

    Piace a 1 persona

    1. Ti svelo un segreto anche io detestavo colorare, colpa di una maestra delle elementari che per me fu un vero e proprio trauma, iniziai a dipingere da sola quando decisi che avrei intrapreso questo mestiere non ti nego che eri frustrata all’inizio ma con tanta tanta pazienza ho superato lo scoglio che per me era a livello psicologico quindi non ti preoccupare, è anche possibile che il tuo stile sia questo minimal ma d’effetto

      "Mi piace"

  5. Grazie per aver fatto chiarezza su questo argomento, da un ampia prospettiva a chi si sta avvicinando a questo mondo, una guida accurata per la scelta della matita giusta da usare.

    Piace a 1 persona

  6. Quando vedo queste meravigliose collezioni di matite colorate di tutte le sfumature ricordo quando, da ragazzino, le amavo tantissimo e ne possedevo diverse. A volte rimpiango in cmabiamento delle passioni che a volte accade in noi quando cresciamo!

    Piace a 1 persona

  7. C’era una cartoleria nella città dove abitavo da piccola, che aveva in vetrina tantissime confezioni di matite colorate. Io nell’astuccio avevo solo le classiche 10/20 matite, ma dietro quel vetro ne trovavo sempre set da decine, centinaia… O almeno così mi parevano quelle infinite sfumature. Ed il profumo del loro legno che sentivo appena varcata la soglia della cartoleria… Un’atmosfera davvero magica!

    Piace a 1 persona

  8. Che bell’articolo, complimenti Katrin! Io adoro le matite in genere ne compro continuamente e da tutte le parti e ovviamente non mancano quelle colorate. Ogni tanto abbozzo qualcosa senza grandi risultati per la verità….

    "Mi piace"

  9. Troppo bella la Karl Box…l’unico problema è che poi non so se me la sentirei di utilizzarle! Forse la aprirei ogni giorno, dicendomi “domani ne prendo una” e mi imbambolerei a cercare di scegliere quale!
    Comunque bellissimo articolo davvero completo su un mondo che mi affascina da sempre.

    Piace a 1 persona

    1. È una meraviglia conoscendo tutti i prodotti che contiene il top di gamma per la faber castell direi che il prezzo è anche onesto, il sogno di ogni amante di questo settore, eh si penso che anche io passerei le ore a scegliere per poi non usarle e trattando il tutto come una reliquia 🤣

      "Mi piace"

  10. Ogni volta mi apri un mondo su un argomento di cui conosco relativamente molto poco. Per me le matite colorate erano tutte uguali e fini a se stesse. Ricordo che da ragazzina adoravo quelle della Faber e Castell e i divertivo moltissimo ad usarle!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: